Loading...
Art & Entertainment

Charles Saatchi: be the worst you can be

Reading time: 2 minutes

Sì, è proprio lui. Quel Saatchi che nel 1970 ha fondato insieme al fratello Maurice la Saatchi & Saatchi, una delle più importanti agenzie pubblicitarie del mondo.

Molti ormai lo conoscono per la sua passione dell’arte, cui ha iniziato a dedicarsi come accanito collezionista e sostenitore negli anni 90. Prova ne è la Saatchi Gallery di Londra, che ogni anno ospita autori di tutti livelli e tutte le nazionalità.

Tutti quelli che si aspettano un saggio filosofico e sofisticato rimarranno delusi nello scoprire che di raffinato c’è solo la copertina rigida del libro.

“Be the worst you can be” è un collage di risposte date a giornalisti e lettori durante interviste o corrispondenze. Da questi scambi di battute emerge la visione del mondo dell’autore, che promuove se stesso e tutta la sua stravaganza.

Tramite risposte serie e ironiche, dirette ed evasive, si scopre un Charles Saatchi pungente e sfuggevole, che si cela dietro un muro di sarcasmo e perfidia e, nonostante tutto, riesce a vendere affermazioni opinabili come perle di saggezza.

Se il mondo lo stesse a sentire, le nuove generazioni crescerebbero a narcisismo per colazione, avidità per pranzo ed egoismo per cena. Aggiungendo del sano cinismo come spuntino a metà pomeriggio. Ma c’è una cosa che, a dispetto di tutto quanto, è da imparare: la determinazione.

Ora più che mai la voglia di fare, la tenacia e un pizzico di presunzione sono ciò che veramente differenzia le persone. Forse Saatchi di presunzione e arroganza ne ha più che un pizzico, forse in lui la dose è esagerata, ma chi può dargli torto? Detto senza mezzi termini: con la crisi che dilaga e le difficoltà che si moltiplicano, la forza di andare dritti per la propria strada è indispensabile.

Related:  Il turismo dopo la pandemia

“Don’t wish it were easier; wish you were better”. Più chiaro di così. Come mantra, non è niente male per un inizio di anno accademico.

 

Giorgia Ortolani

gio.giorgia@hotmail.it

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Save the date: December 3rd, new Tra i Leoni edition!

Days

We dedicate this edition to the celebration of internationalism, looking both here at Bocconi and at the whole world.
Curious? Then, stay tuned!

%d bloggers like this: